Le migliori criptovalute
    Le migliori criptovalute

      Mt. Gox inizierà finalmente a rimborsare i Bitcoin a luglio

      Mt. Gox, la borsa di criptovalute che ha perso 850.000 Bitcoin nel 2014, inizierà a rimborsare i suoi utenti.

      A partire dal luglio 2024, l'amministratore fiduciario di Mt. Gox inizierà a elaborare i rimborsi in Bitcoin e Bitcoin Cash. Questa informazione è stata condivisa in una nota emessa dalla borsa il 24 giugno.

      Il fiduciario ha chiesto agli utenti di essere pazienti, affermando che l'ordine di pagamento dipenderà da ogni scambio di criptovalute:

      “Inizieremo i rimborsi con gli exchange che hanno completato lo scambio di informazioni e la conferma richiesti. Vi preghiamo di attendere un po' di tempo prima che i rimborsi vengano effettuati”.

      Mt. Gox deve oltre 9,4 miliardi di dollari di Bitcoin a circa 127.000 creditori. Questi creditori attendono da oltre 10 anni di riavere i loro fondi dopo che la borsa è crollata nel 2014 a causa di molteplici hack.

      Il trasferimento di 9,6 miliardi di dollari di Bitcoin di Mt. Gox a maggio faceva parte dei rimborsi

      I piani di rimborso di Mt. Gox sono stati attentamente monitorati dal settore delle criptovalute. Gli utenti hanno atteso con ansia la restituzione dei Bitcoin perduti per oltre un decennio.

      Il 28 maggio Mt. Gox ha trasferito 141.686 BTC, per un valore di 9,62 miliardi di dollari, in un nuovo portafoglio denominato “1Jbez”. Questi fondi sono stati trasferiti da diversi altri portafogli freddi associati a Mt. Gox. Questo movimento ha segnato il primo trasferimento onchain di fondi dalla borsa in oltre cinque anni.

      Grafico del trasferimento di 141.686 BTC da parte di Mt. Gox il 28 maggio

      Poco dopo questo trasferimento, Nobuaki Kobayashi, fiduciario per la riabilitazione di Mt. Gox, ha confermato che il consolidamento fa parte dei piani di rimborso della borsa. Tuttavia, non ha specificato quando inizieranno i rimborsi. In un annuncio del 28 maggio, Kobayashi ha dichiarato che:

      “Il fiduciario della riabilitazione si sta preparando a effettuare i rimborsi per la parte di richieste di riabilitazione di criptovalute a cui sono state assegnate criptovalute. Si prega di attendere un po' di tempo prima che i rimborsi vengano effettuati”.

      Il crollo di Mt. Gox’2014 ha fatto scendere il BTC sotto i 500 dollari

      Mt. Gox è stato uno dei primi exchange di criptovalute e un tempo gestiva oltre il 70% di tutti gli scambi nell'ecosistema blockchain.

      La borsa è andata offline nel 2014 dopo una violazione della sicurezza che ha portato alla perdita di oltre 850.000 BTC di fondi degli utenti, per un valore di oltre 51,9 miliardi di dollari al valore attuale. Attualmente il prezzo del Bitcoin è superiore a 61.100 dollari.

      Nel febbraio 2014, il prezzo del Bitcoin è sceso al minimo di 420 dollari poco dopo la messa offline della borsa. I rapporti indicano che Mt. Gox è stato violato sei volte tra il 2011 e il 2014.

      Nonostante il recente annuncio del fiduciario, i rimborsi potrebbero subire ulteriori ritardi. L'ultima scadenza è stata fissata per settembre 2023, un mese prima del termine inizialmente previsto per il rimborso dei creditori entro il 31 ottobre 2023.

      Vi presentiamo Yana, la nostra esperta di criptovalute con oltre sette anni di esperienza. Ha un'ampia conoscenza della tecnologia, soprattutto nelle aree innovative della blockchain e della finanza decentralizzata. Yana è bravissima a scrivere guide dettagliate, note come white paper, e a dare consigli sulla tokenomics, che aiuta le persone a ca ..